Un progetto per ricucire

PROGETTO
La Cooperativa Altra Mente, già NIPs, forte dell’esperienza maturata nel settore della riabilitazione psichiatrica, al fine di dotarsi di uno strumento atto a integrare il percorso riabilitativo degli utenti ha deciso di investire una parte delle risorse disponibili per avviare “l’Orlando Furioso: un progetto per ricucire”.

Ci si trova spesso davanti a grosse difficoltà nell’inserimento nel mercato del lavoro di soggetti svantaggiati appartenenti a categorie protette, in particolare per quanto riguarda la disabilità psichica: il nostro progetto ha consentito di fornire un’adeguata possibilità formativa ed uno spazio congruo alla terapia occupazionale per le donne, seguite dai servizi territoriali delle ASL di Torino (CSM, Centri diurni, Area Comunitaria), ma più in generale, per chiunque debba sopportare un qualche disagio psico-sociale.

ATTIVITÀ
Il “progetto per ricucire” si svolge presso la sartoria L’Orlando Furioso, un laboratorio che la cooperativa ha aperto nel 2004 in via Parma, 61 a Torino (e dal 2010 in via Le Chiuse, 6), all’interno del quale lavora abitualmente un team di 3 sarte professioniste che da quest’anno (2015) ha rilevato in proprio la sartoria.

Un educatore affianca il piccolo gruppo di donne durante le ore di intervento in sartoria, supportandole, sostenendole, incoraggiandole laddove sia necessario farlo; in più, la costante e indispensabile vicinanza del “tecnico” (una sarta si dedica esclusivamente al gruppo) assicura che l’intervento abbia una consistenza ed una qualità professionale tale da garantire, in relazione alle abilità individuali, l’apprendimento per la realizzazione di vari livelli di manufatti: da piccoli interventi di cucitura a prodotti finiti. Le piccole riparazioni sartoriali e la produzione di capi, dalla fattura semplice a quella più complessa, bene si prestano alla costruzione di percorsi formativi e terapeutici che, da competenze minime, in alcuni casi già possedute dalle pazienti, prevedono una progressione delle abilità.

Una psicologa è presente una volta ogni 15 giorni per la conduzione dei gruppi motivazionali inerenti le tematiche lavorative e per la gestione di casi specifici. Il progetto è sottoposto ad una supervisione clinica ed organizzativa periodica.

Attualmente le signore impegnate nel progetto con “borsa lavoro” sono 6.

OBIETTIVI
Esperire la propria capacità di mantenere un impegno, realizzare un prodotto, conservare e sviluppare abilità cognitive, sono di per sé obbiettivi terapeutici importanti in un percorso di cura complesso come quello delle patologie psichiatriche.

In sintesi gli obiettivi che ci proponiamo di perseguire all’interno della sartoria sono: promuovere e sostenere l’integrazione sociale di persone svantaggiate, attraverso l’acquisizione di un ruolo sociale; favorire il contatto tra i due poli “abili-disabili” verso il superamento di stigma e pregiudizio; promuovere interventi di sensibilizzazione nei confronti del disagio psichico, attraverso la possibilità di conoscere concretamente le persone con disturbo psichiatrico, rendendo visibili le loro abilità e potenzialità sociali e produttive; aiutare le pazienti ad apprendere, o riapprendere, abilità cognitive e manuali, indispensabili al lavoro e per l’autonomia sociale; supportare le donne inserite nell’attività ad acquisire costanza nell’impegno, condizione necessaria per il mantenimento di un futuro lavoro; sostenere le pazienti nella gestione della patologia psichica, laddove questa condiziona il mantenimento del lavoro, si tratta di aiutare la paziente a leggere nell’ambito lavorativo le difficoltà inerenti la propria malattia ed imparare a gestire le crisi anche in questo ambito; stimolare nuove competenze che possano essere finalizzate ad un’assunzione lavorativa, ma anche fruibili nel contesto domestico; orientare le pazienti, laddove vi siano i requisiti necessari ed il loro interesse verso altre opportunità lavorative/formative esterne.

PRODUZIONE
La sartoria L’Orlando Furioso realizza e confeziona artigianalmente abiti donna su misura per ogni occasione utilizzando tessuti propri o scelti dal cliente. Le creazioni effettuate su richiesta vengono disegnate al momento con il cliente, rispettando le sue esigenze e i suoi gusti e mettendo a disposizione la professionalità ed esperienza delle sarte. Si confezionano tendaggi, tovagliati, costumi ed abiti da sposa, per spettacoli teatrali e sportivi. Si effettuano riparazioni su tutti i capi uomo, donna, bambini e su capi in pelle. L’Orlando Furioso studia e produce anche una propria linea di moda: abbigliamento, borse ed accessori classici e di tendenza, modelli unici e curati nei dettagli.

DURATA
Il progetto dura 1 anno rinnovabile per 1 anno, per un totale di massimo 2 anni, per dare la possibilità di usufruire di questa risorsa per un numero maggiore di pazienti, considerato il fatto che il drop-out all’attività su base volontaria è di solito molto basso.

ACCESSO AL PROGETTO
Per accedere al progetto è necessario mettersi in contatto con il dr Davide Monopoli.

In particolare, per gli interventi a favore di utenti seguiti dalle istituzioni pubbliche o private di cura, saranno svolti alcuni incontri preliminari con il paziente e con la stessa rete dei curanti. Si svolgerà un periodo di osservazione/valutazione: se tale periodo darà le conferme desiderate il progetto durerà un anno, eventualmente rinnovabile, con momenti di confronto con l’èquipe curante. Il monitoraggio consentirà all’èquipe di valutare le potenzialità, l’interesse, le motivazioni e le condizioni cliniche di pazienti, in una prospettiva di lavoro esterno, in luoghi “non protetti”.

LUOGO
La sartoria L’Orlando Furioso si trova in via Le Chiuse, 6, zona cit turin, nei pressi di Piazza Statuto, via Cibrario – M Principi d’Acaja

Per informazioni sul progetto: dr. Antonello Raciti 392.5446219